Il prossimo 18 giugno l’enciclica del Papa sull’ecologia:«Laudato sii»

ddc6e719fd

La lettera dovrebbe intitolarsi «Laudato sii» come l’incipit del «Cantico delle Creature» di san Francesco. La precisazione della Sala stampa vaticana sulla data

Esce il prossimo 18 giugno, giovedì, l’attesa enciclica del Papa sull’ecologia. Lo precisa la Sala stampa vaticana dopo che nei giorni scorsi – oltre al probabile titolo, «Laudato sii», della seconda lettera di Francesco – erano circolate voci circa una pubblicazione il 16 giugno.

 

«Per evitare confusioni dovute alla diffusione di informazioni non confermate – afferma la sala stampa in una breve nota – si comunica che la data prevista per la pubblicazione dell’attesa Enciclica del Papa è il prossimo 18 giugno, giovedì. Le modalità della presentazione pubblica verranno rese note sul Bollettino della Sala stampa nel corso della prossima settimana».

 

Il titolo, anch’esso non confermato, dovrebbe essere «Laudato sii». Ad anticiparlo, la scorsa settimana, il direttore della Lev (Libreria editrice vaticana), il salesiano don Giuseppe Costa, che si trovava a Napoli per ritirare un premio intitolato al cardinale Michele Giordano. «Laudato sii» è la frase iniziale del «Cantico delle Creature» di Francesco d’Assisi, il santo da cui Jorge Mario Bergoglio ha scelto il nome.

 

In vista dell’enciclica del Papa, si sono peraltro levate voci preoccupate in alcuni ambienti politici statunitensi – da ultimo il candidato repubblicano alla presidenza Rick Santorum – circa le possibili posizioni in merito al tema del cambiamento climatico. Sulla questione, peraltro, si è svolta ad aprile in Vaticano, nella Casina Pio IV, un convegno, aperto dal segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, intitolato «Protect the Earth, Dignify Humanity. The Moral Dimensions of Climate Change and Sustainable Development» (Proteggere la terra, rendere degna l’umanità. La dimensione morale del cambiamento climatico e dello sviluppo sostenibile). «Aspettiamo di leggerla prima di poter dare un giudizio ed eventualmente reagire», ha commentato il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, interpellato sulle possibili controversie a margine di un convegno della Fondazione Centesimus Annus due settimane fa. «Credo che il Papa richiamerà i principi morali che sono alla base anche di un impegno nei confronti dell’ambiente e penso potranno essere condivisi da tutti». Proprio Parolin, peraltro, ieri ha incontrato riservatamente il presidente francese Francois Hollande, a Parigi, parlando, tra le altre cose, del vertice Onu sul clima previsto nella stessa capitale francese a dicembre.

 

La prima enciclica del Papa, «Lumen fidei», la luce della fede, scritta a quattro mani col predecessore, Benedetto XVI, uscì il 29 giugno del 2013. Il Papa ha poi promulgato una esortazione apostolica, «Evangelii Gaudium», il 24 novembre dello stesso anno.

fonte vaticaninsider.lastampa.it

About gennaro61

Gennaro Napoletano – Direttore Editoriale di LaFragolaNapoli.it