Marek Hamsik- Salviamo il nostro capitano

di Pasquale Napoletano

14-2-2014 ora 9.30

C’ era una volta un diciannovenne di belle speranze ,che calcava i campi da calcio con tanta personalità ed autorevolezza. Un levriero che alternava assist con compasso a goal d’ autore.

Poi il grande salto: da una squadra di provincia ad una ben più conosciuta, il Napoli.

Passano gli anni e quel giovanotto con i capelli rizzati si conferma come uno dei migliori prospetti d’ Europa. Trova la sua collocazione ideale nel 3-5-2 mazzariano come mezzala di inserimento e dal 2007 ad oggi totalizza ben 292 presenze e 76 goal.

Poi il cambio di allenatore, fuori Mazzarri dentro Benitez. Si passa dal 3-5-2 ad un ben più spettacolare 4-2-3-1. Cambia il ruolo, cambiano i compiti. Hamsik  ha il compito di prendere palla dai due mediani, creare giochi lì dietro la prima punta e inserirsi .

Quindi l’ habitat ideale del nostro marekiaro. Le prime giornate di campionato sembrano dar ragione a Benitez: Marek segna, mamma mia quanto segna! Una caterva di goal nelle prime giornate, tanto da essere il più acquistato al fantacalcio.

L ‘ infortunio del 17 azzurro al piede desto dello scorso dicembre ne ha compromesso il rendimento. Da lì Hamsik non ne esce bene. Benitez gli da fiducia ma il centrocampista slovacco non riesce ad incidere; non è più lui. Perde passaggi, cattiveria ed inserimenti. Calcia solo di sinistro dando dimostrazione del fatto che non ha ancora recuperato psicologicamente dall’ infortunio. La dichiarazione ufficiale nel post partita europeo di Porto-Napoli “Mi sono perso, devo ritrovare fiducia e giocare bene.”

Dichiarazioni queste che fanno tenerezza. Ora la palla passa al pubblico del San Paolo ,sosteniamo il nostro capitano!

About gennaro61

Gennaro Napoletano - Direttore Editoriale di LaFragolaNapoli.it