Sora nostra madre terra e la fratellanza universale

11057295_1024250890971409_3288253893842428932_o

di Lucia Antinucci

Quella degli incontri interreligiosi è una tradizione consolidata della basilica S. Antonio di Padova in Afragola, in piena fedeltà alla spiritualità francescana. In passato tali incontri sono stati organizzati verso la fine di ottobre per fare memoria dello ‘Spirito di Assisi’. Ci fu anche un evento per commemorare  lo storico e quanto mai profetico incontro tra Francesco d’Assisi e il sultano d’Egitto Malik el Kamel nel 1219  a Damietta, incontro di pace, nel rispetto reciproco della loro fede diversa.

12273823_1024248424304989_3176661599434212443_o

L’incontro di quest’anno, animato con simbolismi e coreografia dalla Gioventù Francescana (GIFRA), ha preso spunto dall’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco, che evidenzia il rapporto tra la cura del creato, della natura, della casa comune e la pace fra tutti i popoli e le religioni. Non è stata scelta una data a caso, ma ci si è ispirati alla  proclamazione da parte di Giovanni Paolo II di San Francesco d’Assisi a patrono dei cultori dell’ecologia, proclamazione avvenuta il 29 novembre 1979. Per motivi organizzativi l’evento è stato anticipato al giorno 26 novembre.

In seguito agli orrori a cui si assiste continuamente con l’incontro interreligioso la comunità francescana ha inteso testimoniare l’impegno per la pace e la riconciliazione, nel rispetto reciproco delle varie tradizioni religiose, liberandosi da pregiudizi e ostilità. Si è intesso dimostrare così la solidarietà nei confronti delle donne e degli uomini di ogni contesto geografico e culturale, che ogni giorno sperimentano l’ingiustizia e la barbarie, che non ha nulla di umano, come ha detto Papa Francesco, e che risultano blasfeme quando vengono collegate alla religione.

Durante l’incontro interreligioso sono intervenuti la rappresentante dell’Istituto Buddhista Soka Gakkai, Maria Laura Chiacchio, la rappresentante dei Baha’i, Angela Furcas, il rappresentante dei Seguaci di Satthya Sai Baba, Victory Laezza, il presidente della Confederazione Islamica Italiana, Massimo Abdallah  Cozzolino, il presidente dell’Associazione Amicizia Ebraico-cristiana di Napoli, Francesco Villano. I rappresentanti hanno offerto una breve riflessione sulla tematica secondo la prospettiva della loro tradizione religiosa. I rappresentanti sono stati accolti dal parroco della basilica, Padre Luigi Campoli ofm, che ha presentato il tema secondo l’enciclica di Papa Francesco. All’incontro ha partecipato anche una classe del Liceo Brunelleschi, che ha illustrato il progetto educativo del giardino didattico ‘Cantico delle Creature, guidato dalla prof.ssa Rosa Fortunato.

L’incontro si è concluso con l’impegno comune a diffondere la luce della speranza

in un mondo di pace, di giustizia, di riconciliazione, di accoglienza fraterna, di rifiuto di ogni forma di violenza, e di rispetto per “sora nostra matre terra”, che assicura la vita dignitosa per ogni donna e ogni uomo di qualsiasi nazionalità, cultura e religione.

 

Lucia Antinucci

 

 

 

About gennaro61

Gennaro Napoletano - Direttore Editoriale di LaFragolaNapoli.it